tamburini.jpg

PALIO DELLA GRANOCCHIA

Il Palio della Granocchia rappresenta la corsa tradizionale in cui i quattro Rioni si contendono l'ambito drappo della vittoria. Nato quasi mezzo secolo fa, rappresenta una competizione più unica che rara date le sue caratteristiche.

La Corsa

Il Palio si svolge ogni anno nella prima domenica di settembre. La corsa prevede che a ciascun fantino (uno per Rione) siano affidate 3 rane, 1 carretta, 1 giudice. Una volta che i fantini si sono posizionati sulla linea di partenza posta all'inizio di Corso Fagarè, lato Porta Senese, l'esplosione di un colpo di pistola dà avvio alla gara. Nel momento in cui i fantini cominciano la loro corsa, carretta alla mano, ciascun giudice solleva la scodella in cui sono contenute le rane, che iniziano immediatamente a saltare. Scopo del fantino è di recuperare continuamente le proprie rane da terra, riporle sulla carretta e tagliare il traguardo prima dei rivali. Il percorso del Palio termina in Piazza della Vittoria, davanti all'ingresso del pallazzeto comunale. Durante l'intera corsa il giudice assicura l'osservanza del Regolamento da parte del fantino, pena la squalifica.

Il Regolamento

L'intera corsa, nonchè i momenti che la precedono e che la seguono, sono regolati dal Regolamento del Palio, scaricabile dalla voce "Associazione" -> "Regolamenti".

Prima del Palio:
- Entro il giorno precedente alla corsa, ciascun rione è tenuto a consegnare alla Pro Loco la biancheria, le scarpe e l'abito con cui il fantino correrà il giorno seguente. Quest'ultimo non può avere tasche, sacche o cerniere.
- Il giorno della corsa, alla presenza del Sindaco e dei 4 presidenti dei rioni, all'interno del palazzetto comunale il presidente della Pro Loco estrae da una sacca, una dopo l'altra, le 4 biglie rappresentanti i rioni, attribuendo così a ciascuno di essi la posizione di partenza e la relativa carretta numerata.
- L'estrazione delle biglie viene ripetuta una seconda volta per l'assegnazione del giudice. Ciascun rione nomina un giudice tra i propri contradaioli, che ovviamente non potrà giudicare il proprio rione di appartenenza. A questo punto si estraggono nuovamente le biglie: il giudice del rione che viene estratto per primo sarà assegnato al fantino in posizione 1, il giudice del rione estratto per secondo sarà assegnato al fantino in posizione 2, e così via.
- A questo punto, alla presenza del veterinario, il presidente del rione che occupa la posizione 1, seleziona "al buio" 3 rane, una per ciascun rione rivale. Segue il presidente in posizione 2, quello in posizione 3 e infine quello in posizione 4.
Al termine della procedura, ciascun rione si trova con una posizione assegnata (cui corrisponde una carretta), un giudice (appartenente ad altro rione) e tre rane (ciascuna selezionata dal rione rivale).
I fantini, che nel frattempo hanno indossato gli indumenti di gara sotto il controllo del personale Pro Loco, raggiungono il corso, dove scoprono la loro sorte.

Durante il Palio:
Al fine di evitare comportamenti scorretti da parte del fantini, il regolamento vieta alcune pratiche, come lo scontro, il lancio della carretta, ecc... Il giudice, seguendo passo passo il fantino, può richiamarlo ed è tenuto a individuare eventuali comportamenti scorretti. Obiettivo principale è la tutela dell'animale e della sua salute.

Dopo il Palio:
All'arrivo, appena solcato il traguardo, ciascun fantino affida le 3 rane al proprio presidente, trasferendole con le proprie mani nel recipiente. Questo viene poi consegnato al giudice, che lo trasporta nel palazzetto comunale. Alla presenza dei presidenti, il veterinario procede alla verifica dello stato degli animali, che per regolamento devono essere "vivi e vispi". Una volta ottenuto il parere positivo del veterinario, si visionano le schede di corsa redatte dai giudici: nel caso di "corsa irregolare", il fantino viene squalificato e retrocesso all'ultima posizione.
Il Presidente della Pro Loco provvede a sfilare una dopo l'altra le bandiere dei rioni, a partire dall'ultimo classificato. Resta appesa la sola bandiera del rione vincitore: al fantino e al presidente viene affidato il drappo, agitato dal balcone del palazzetto che si affaccia in Piazza della Vittoria.

Il Percorso

L'intero percorso è lungo circa 290 metri e per essere completato può richiedere da 1 a 3 minuti.
-La partenza è situata nel lato nord del corso, in prossimità del Cassero Senese (A); a terra è possibile vedere disegnata la linea che riporta le posizioni dalla 1 alla 4;
-I fantini procedono dritto, risalendo il corso in direzione  Porta Grossetana;
-Raggiunto l'angolo di Piazza della Vittoria, i fantini girano a sinistra, percorrendo tutto il percorso attorno alla piazza e reimmetendosi nel corso;
-L'ultimo tratto si sviluppa nel corso, direzione Cassero Senese, per giungere al traguardo (B), posto all'altezza del palazzetto comunale.

 

cartina.png

 Albo d'oro Palio della Granocchia

1977 Orlandi Pietro (SENESE)

1978 Monni Giuseppe (GORELLA)

1979 Orlandi Pietro (SENESE)

1980 Orlandi Pietro (SENESE)

1981 Scheggi Lamberto (CENTRO)

1982 Vegni Giorgio (GORELLA)

1983 Guidi Marco (GORELLA)

1984 Vegni Giorgio (GORELLA)

1985 Guidi Marco (GORELLA)

1986 Vegni Fabio (SENESE)

1987 Martini Cristiano (GROSSETANA)

1988 Bellugi Roberto (CENTRO)

1989 Vegni Giorgio (GORELLA)

1990 Vegni Fabio (SENESE)

1991 Vegni Fabio (SENESE)

1992 Fregoli Massimo (GROSSETANA)

1993 Maggi Stefano (GORELLA)

1994 Vegni Fabio (SENESE)

1995 Moscatelli Stefano (SENESE)

1996 Perugini Massimiliano (SENESE)

1997 Steri Fabio (GROSSETANA)

1998 Steri Fabio (GROSSETANA)

1999 Orlandi Fabio (SENESE)

2000 Steri Fabio (GROSSETANA)

2001 Rovetini Enrico (CENTRO)

2002 Maggi Stefano (GORELLA)

2003 Benvenuti Sandro (SENESE)

2004 Benvenuti Sandro (SENESE)

2005 Vincelli Marcello (GORELLA)

2006 Scozzafava Gabriele (GROSSETANA)

2007 Scozzafava Gabriele (GROSSETANA)

2008 Minacci Matteo (SENESE)

2009 Scozzafava Gabriele (GROSSETANA)

2010 Rovetini Enrico (CENTRO)

2011 Canocchi Jacopo (GORELLA)

2012 Bartalucci Paolo (CENTRO)

2013 Bartalucci Paolo (CENTRO)

2014 Draghi Davide (SENESE)

2015 Bertaccini Marco (GORELLA)

2016 Scozzafava Jacopo (GROSSETANA)

2017 Scozzafava Jacopo (GROSSETANA)

2018 Machetti Simone (SENESE)

2019 Begnardi Alessandro (CENTRO)

2020 NON DISPUTATO

2021 NON DISPUTATO